Chi sono

Chi sono? Non è un po’ quello che ci chiediamo tutti? Io a volte penso che devo ancora capirlo, ma di una cosa sono certa: ho degli abiti cuciti addosso che mi calzano a pennello, sono gli abiti della ragazza che ama leggere e di quella che ama scrivere.

Sono quelli della dilettante fotografa, che più che fotografare schiaccia semplicemente tasti a caso e poi ci sono gli abiti della viaggiatrice che spera un giorno di visitare il Giappone, quelli della ragazza che ama vedere il mondo e meravigliarsi delle piccole cose.

Non so ancora chi sono e chi diventerò lo scoprirò passo dopo passo, ma ho tutti questi abiti cuciti addosso che fanno parte di me e che voglio condividere con chi guarda il mondo con i miei stessi occhi: con un po’ di curiosità e un pizzico di meraviglia.

Appassionata da sempre dagli studi umanistici mi sono diplomata al liceo classico “Giuseppe Mazzatinti” di Gubbio; ho poi conseguito la laurea triennale in lettere moderne alla facoltà di Perugia e la laurea magistrale in “Italianistica e Scienze linguistiche” all’alma mater di Bologna.

Nel 2010 esce il mio primo romanzo breve di genere fantasy intitolato “Il segreto di Leutra” per la casa editrice Albatros nella sezione nuove voci.

Finiti i miei studi universitari tra il 2017 e il 2018 ho prestato servizio presso la Biblioteca Sperelliana di Gubbio come volontaria del Servizio Civile Nazionale

Nel 2019 sono rientrata tra i vincitori del concorso “Racconti Umbri” della casa editrice Historica Edizioni, con il racconto “Storia di un piccolo mondo Hi-Tech” pubblicato poi nell’omonima raccolta.

Attualmente sono autrice presso la casa editrice Bertoni Editore con il mio romanzo “Il mio passato nel tuo presente” uscito a fine Novembre 2019 e mi sto preparando per il concorso scuola per diventare docente.

L’idea di aprire un blog dove parlare di libri è sempre stato un pensiero che fluttuava nella mia testa, ma non mi sembrava mai il momento giusto, mi chiedevo cosa avrei potuto scrivere o dire sulle mie letture. Di blog sui libri ce ne sono in giro già molti, in fondo.

Ad un certo punto, però, ho capito che era giunto il momento – soprattutto perché sapientemente spronata ad aprire un canale che fosse tutto mio per condividere questa mia passione – e così è nato inizialmente il profilo Instagram ” Le parole di Misaki” che poi si è allargato alla pagina Facebook per approdare finalmente qui.

La ricerca del nome era una delle cose che mi premeva di più perché volevo coniugare in esso il mio amore per la letture e le parole e quello per il Giappone e così cercando tra i vari significati dei nomi Giapponesi femminili mi sono imbattuta nel nome Misaki che conoscevo già ma di cui non sapevo il significato.

Il nome Misaki, scritto in kanji significa “bellezza che sboccia” (lett. “fiore di bellezza” dove il kanji MI, indica appunto bellezza e SAKI sta ad indicare fiore, sbocciare); il suo significato mi è sembrato perfetto per esprimere la mia passione per le parole, perché in effetti io le considero proprio “bellezza che sboccia” nel momento in cui coniugate insieme tra loro possono dar vita a delle cose letteralmente meravigliose!

Ed è così che nasce “Le parole di Misaki”.

Seguimi su…