Buona giornata miei cari lettori! Finalmente riesco a postare una nuova recensione: nonostante stia continuando a leggere abbastanza tra il lavoro e lo studio non riesco a stare dietro al blog come vorrei. Ciononostante mi impegnerò, anche se ci vorrà un po’ di tempo, per tenervi aggiornati di tutte le mie letture e di cosa ne penso. Vorrei, pertanto, iniziare con la recensione di questo manuale che è stata una delle lettere che ho fatto nei mesi passati.

Scheda tecnica

Book blogger

Autore: Giulia Ciarapica
Genere: Saggistica
Editore: Cesati editore
Data di uscita: 08/02/2018
Formato: Cartaceo
Anno pubblicazione: 2018
Pagine: 144

Acquista: Libro 

Descrizione

Chi è il book blogger e cosa fa? Cosa significa oggi fare critica letteraria 2.0? Il libro di Giulia Ciarapica propone un percorso attraverso i diversi modi di raccontare i libri in Rete: dal blog ai social network e YouTube, tutti gli strumenti sono utili per parlare di letteratura e per farlo in modo originale, fresco, ironico e creativo. Senza dimenticare però che dietro ogni blogger c’è prima di tutto un lettore, che ogni giorno si informa, confronta testi e cerca di trasmettere la propria passione al pubblico (piccolo o grande che sia) con un linguaggio chiaro e semplice. Partendo dai ferri del mestiere e dalla scelta dei testi, passando per le fasi della recensione e i relativi stili, senza lesinare consigli pratici e di lettura, Book blogger ci conduce alla scoperta di un mondo in grande fermento, provando anche a tracciare una mappa per orientarcisi: dai primissimi portali e lit-blog italiani alle ultime tendenze sui social, per arrivare ai siti contemporanei più attivi e seguiti e al fenomeno degli youtuber.

Book blogger è un saggio di Giulia Ciarapica – blogger che collabora anche con varie testate giornalistiche – in cui ci vengono forniti gli strumenti base per poter parlare di letteratura sui social.

L’autrice sin dall’inizio ci tiene a precisare che il lavoro di analisi portato avanti in questo libro è lontano dal voler essere esaustivo, ma sarà una sorta di diario di bordo sull’argomento, per citare le sue stesse parole.

Nella prima parte del volume troviamo, infatti, i consigli dell’autrice su alcuni testi di critica letteraria e siti che ci potrebbero essere utili per approfondire l’argomento e ampliare così il nostro bagaglio culturale, perché se c’è una cosa necessaria in tutte le attività che decidiamo di intraprendere è quella dello studio e della formazione continua, a maggior ragione se si vuole parlare di libri e letteratura.

Il volume affronta poi le varie fasi per produrre una buona recensione, corredando il tutto anche con vari esempi. Questa seconda parte che è il fulcro del saggio risulta piena di spunti per chi decide di approcciarsi al mondo dei book blogger e con estrema chiarezza riesce a delinearne le linee guida.

Ho trovato questa parte estremamente utile e istruttiva, anche se alcuni suggerimenti, come per esempio leggere il libro almeno tre volte per poterlo analizzare meglio, li considero di difficile attuazione. Concordo che una rilettura del libro prima di iniziare a scriverne un’analisi critica possa portare alla luce elementi che vengono tralasciati in una prima lettura, ma per chi magari come me recensisce libri per hobby diventa difficile affrontare una rilettura dello stesso libro o perlomeno è difficile che la rilettura venga fatta subito e in tempo per la stesura della recensione.

Nell’ultima parte, l’autrice affronta l’argomento social e come parlare di libri attraverso i vari media, analizzando le varie modalità una per una. Passa dalle videorecensioni su Youtube per approdare su Twitter, Facebook ed Instagram e per ognuno ci fornisce indicazioni e esempi.

In conclusione posso affermare che book blogger è stata una lettura molto interessante che mi ha fornito molti spunti per migliorare nella mia attività di blogger e che sicuramente consiglio di leggere.

[…] La lettura e i libri in generale non sono “roba da intellettuali” o oggetti di lusso che si deve aver paura di toccare, di maneggiare. I libri sono strumenti, e cibo, perché nutrono le persone, le aiutano a ragionare, a oltrepassare i limiti, ad avere visioni sempre nuove del mondo (in continua evoluzione), ad aprirsi, ad andare in profondità; e la lettura è una grande dispensa creata dagli scrittori (dall’uomo, dunque) per parlare all’uomo dell’uomo
– Book blogger –

L’autrice: Giulia Ciarapica

È blogger culturale. Scrive sul “Foglio” e sul “Messaggero”. Ha pubblicato Book blogger. Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché (Cesati, 2018). Una volta è abbastanza (Rizzoli, 2019) è il suo primo romanzo.
Si occupa di libri e promozione culturale anche nella scuola secondaria di primo e secondo grado di molte città italiane, portando avanti il progetto Surfing on books

Seguimi su…